Foodloss - Non si può vedere il gusto

Autore
Mirja Mätzener
Stato
Storie di successo
Canale
PolitikerInnen

Aggiungi un commento

Testo semplice

  • Nessun tag HTML consentito.
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.
  • Indirizzi web ed indirizzi e-mail diventano automaticamente dei link.
Descrizione della richiesta

Vogliamo meno selezione ed eliminazione di frutta e verdura a causa di imperfezioni nell'aspetto. Per questo chiediamo agli acquirenti e ai distributori all'ingrosso di cambiare i criteri di selezione in termini di bellezza e dimensione per tutte le varietà di frutta e verdura. Per raggiungere il nostro obiettivo, è richiesta una classificazione con A e B secondo i criteri di prezzo e aspetto.

 

Motivazione

Mentre le persone altrove muoiono di fame, noi buttiamo via il nostro cibo o lo usiamo per nutrire gli animali. Una mela dal diametro troppo piccolo, un cetriolo non perfettamente dritto, una carota con una protuberanza…non sono pur sempre frutta e verdura? Circa un terzo della nostra frutta e verdura non arriva nemmeno negli scaffali dei negozi a causa di imperfezioni nell'aspetto. Perché? Perché noi consumatori prendiamo troppo seriamente il motto "anche l'occhio vuole la sua parte" e mettiamo qualità e aspetto sullo stesso piatto della bilancia. A causa delle preferenze e del conseguente comportamento d'acquisto, i grossi distributori si sentono costretti a stabilire degli standard. Ma sono davvero necessari? Una carota storta non ha il diritto di essere venduta?

Timeline

16.09.19

Richiesta inoltrata.

Treffen mit Nationalrat Christian Imark, welcher das Anliegen ausgewählt hat.

Nationalrat Christian Imark reicht diesbezüglich eine Interpellation im Nationalrat ein. 

Der Bundesrat nimmt Stellung zur Interpellation von Nationalrat Christian Imark:

Der Bundesrat erwähnt in seiner Stellungnahme das Postulat Chevalley, damit wurde der Bundesrat beauftragt, einen Aktionsplan zur Vermeidung von Lebensmittelabfällen auszuarbeiten. "Dieser wird bereits bestehende und gegebenenfalls neue, freiwillige Massnahmen sowie flankierende Massnahmen seitens Bund beinhalten. Die verschiedenen Akteure der Lebensmittelbranche sind aufgefordert, Lösungsansätze zur Reduktion von Lebensmittelverlusten zu suchen und umzusetzen. Die Vermarktung und Verarbeitung von Gemüse und Früchten, die nicht den gängigen Selektionskriterien entsprechen, ist ein möglicher Ansatz." (Quelle)