Politica d'asilo sistematica

Autore
Mirja Mätzener
Stato
in attuazione
Canale
PolitikerInnen

Aggiungi un commento

Testo semplice

  • Nessun tag HTML consentito.
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.
  • Indirizzi web ed indirizzi e-mail diventano automaticamente dei link.
Descrizione della richiesta

Respingere i richiedenti l'asilo criminali, promuovere i richiedenti l'asilo cooperativi.

Motivazione

I richiedenti l'asilo hanno bisogno di aiuto e devono essere accolti. Viene dato loro ciò di cui hanno bisogno. All'inizio tutti i richiedenti l'asilo ricevono informazioni sulle leggi in vigore in Svizzera. Chiunque commetta comunque atti criminali, dovrebbe venire espulso più velocemente di quanto accade oggi. L'ingresso in futuro sarà negato! I richiedenti l'asilo che sono diventati criminali devono quindi depositare in un database i loro dati biometrici (ad es. impronte digitali). Altrimenti non sarebbe possibile garantire un'identificazione chiara. I richiedenti l'asilo che rispettano la legge svizzera possono rimanere e possono, ad esempio, ricevere supporto con dei corsi di know-how. Non appena la situazione nel paese di origine migliora, tutti i richiedenti l'asilo devono ripartire (non importa quanto bene siano integrati). Si evitano così gli ingressi permanenti attraverso lo status di rifugiato. Tuttavia, attraverso i suddetti corsi di know-how, gli ex rifugiati diventano rimpatriati preziosi nel loro paese d'origine. Dopo una guerra questo può essere molto utile per la ricostruzione. In caso di crisi più lunghe nel paese di origine, i richiedenti l'asilo devono anche poter lavorare in Svizzera. Ma anche loro (non importa quanto ben integrati) dovranno ad un certo punto lasciare la Svizzera. Gli ex rifugiati rispettosi delle leggi ed eventualmente anche integrati possono, ovviamente, richiedere un normale permesso di soggiorno per la Svizzera dopo il loro viaggio di ritorno.

Timeline

16.09.19

Richiesta inoltrata.

Nationalrat Lukas Reimann hat das Anliegen ausgewählt.